Tags: Coolinghtpccpu coolerReevenslimReeven Vanxie reviewReeven Vanxie recensioneReeven Vanxievanxie

reeven vanxie homeOggi lo Staff di Xtremehardware.com proverà per voi il Reeven Vanxie, piccolo dissipatore e compagno ideale per un sistema HTPC. Il Vanxie si affaccia così sul panorama dei dissipatori low profile, in grado di soddisfare le doti di silenziosità e di compatezza, caratteristiche principali per un ottimo HTPC. 

 

 

 

REEVEN è un nuovo produttore di componenti per PC che ha debuttato sul panorama internazionale in occasione dell’importantissima esposizione internazionale CEBIT del 2010. Siamo stati colpiti dalla ricerca per i dettagli, nonostante il prezzo complessivo dei prodotti contenuto; è evidente la ricerca del migliore rapporto tra prezzo e prestazioni possibile. I suoi prodotti includono sistemi di dissipazione avanzati per processori, ventole di raffreddamento, alimentatori, cabinet e molto altro. Il target  di riferimento sarà la fascia di utenza che crede nella qualità dei prodotti, il che implica che queste soluzioni permetteranno di soddisfare notevoli aspettative.

 

REEVEN-logo 

 

Riportiamo il link al sito della casa costruttrice Reeven.

 


 

Vanxie, Caratteristiche Tecniche e bundle

 

Il Reeven Vanxie si presenta in una piccola confezione di cartone in cui spiccano i colori nero e giallo. Superiormente troviamo il logo dell'azienda, il modello del prodotto contenuto, una foto illustrativa del prodotto e la compatibilità assicurata per i socket Intel quali LGA 775/1156/1155 e per quelli AMD quali FM1/AM3+/AM2+ e AM2. Si tratta quindi della stragrande maggioranza dei socket recentemente immessi sul mercato per CPU dal consumo non troppo elevato. Ovviamente mancano i socket LGA 1366 e LGA 2011, top di gamma Intel, per ovvie ragioni, come ad esempio il TDP di base di 130W. Il Vanxie riescie a dissipare un massimo di 95W, tuttavia più che sufficienti per la dissipazione dei processori sui socket esposti prima. Notiamo inoltre lo slogan dell'azienda "Don't Think,Feel It" ovvero "Non pensarci,sentilo". Infine troviamo la tipologia di prodotto riportate in diverse lingue tra cui non è presente quella italiana.

 

Reeven Vanxie1

 

 

Nella parte frontale della confezione troviamo le specifiche tecniche del Vanxie. Troviamo inoltre riportato il sito del produttore sul lato sinistro. Vengono riportati anche i materiali di cui è composto il dissipatore nonchè la tipologia di ventola adottata. Senza dubbio per essere cosi compatto Reeven ha scelto componenti e tecnologie in grado di garantire buone prestazioni e longevità nel tempo.

 

Reeven Vanxie2

 Riportiamo in tabella le caratteristiche del Reeven Vanxie.

 specifiche dissipatore

 

 

specifiche ventola

 

Proseguiamo l'analisi della confezione spostandoci sul lato destro dove troviamo delle avvertenze presenti anche nel lato sinistro, che ci avvertono di leggere la guida fornita in dotazione prima di installare il dissipatore, di non modificare il prodotto, mantenere il prodotto lontano dai bambini, non impiegare il prodotto per altri usi all'infuori di quello dell'assemblaggio per PC e  altre avvertenze di questo tipo. Troviamo anche i vari loghi per lo smaltimento del prodotto e quello della comunità europea. Infine dove è stato fabbricato il prodotto (Taiwan).

 

Reeven Vanxie3  Reeven Vanxie5

 

Infine, nella parte posteriore ed inferiore della confezione troviamo le condizioni per la validità della garanzia che per questo prodotto è di due anni dalla data di acquisto del prodotto. Ci viene detto chiaramente che il prodotto in caso di garanzia verrà sosituito o cambiato con altro prodotto ma non verrà rimborsata la cifra d'aqcuisto. Inoltre, per far sì che la garanzia sia valida Reeven richiede che il prodotto sia fornito di tutte le parti ed accessori originali al momento dell'acquisto. Infine sono riportate le motivazioni per cui il prodotto non potrà essere idoneo per una futura garanzia.

 

Reeven Vanxie4   Reeven Vanxie6

 

Il bundle consiste di un sacchettino di plastica contenente il sistema di montaggio,un adesivo con il logo del produttore e della pasta termoconduttiva, la scatolina esterna è davvero minuscola e sono presenti delle semplici informazioni esplicative del modello.

 

Lista del materiale che troverete all’interno della confezione:

  • 1x Ventola Reeven da 80mm
  • Dissipatore
  • Bustina della pasta termica
  • Viteria e sistemi di montaggio
  • Sticker proprietario Reeven
  • Manuale di installazione

 

Reeven Vanxie10

 

Riportiamo inoltre le foto del manuale o guida di installazione.

 

Reeven Vanxie11  Reeven Vanxie12  Reeven Vanxie13  Reeven Vanxie14

 


 

Vanxie, Analisi strutturale e montaggio

 

 

Struttura, heatpipes e base di contatto

 

Questo modello è stato ideato con lo scopo di raffreddare soluzioni davvero poco impegnative sotto il punto di vista termico, ma soprattutto al fine di offrire una elevata compatibilità con tutti quei cabinet che richiedono dissipatori dalle dimensioni complessive ridottissime. Possiamo subito notare che si è cercato di realizzare un modello di qualità, per via della nickelatura e della presenza di una lavorazione migliore rispetto ad altre marche. La categoria di riferimento è quindi la “Low Profile”; presenta un corpo dissipante ed annesse heatpipes in posizione orizzontale, simile all’Arcziel, appartenente alla tipologia top down. Fondamentalmente anche il Vanxie appartiene a questo genere di prodotti, anche se l’ambito di utilizzo ideale si limita ai cabinet slim HTPC. Il Vanxie è dotato di una singola ventola da 80mm nella parte supreriore, ed inoltre quest’ultima è spessa soli 10.8mm contro i classici 25. Questo implica prestazioni di raffreddamento certamente minori, ma è evidente che l’interesse di Reeven non era quello di massimizzare le prestazioni, quanto di offrire una compatibilità praticamente massima. Il design dell’unità è standard in quanto non è altro che un singolo radiatore a sviluppo orizzontale con due heatpipes ad “U”, sempre orizzontali, con una base classica incassata in una superficie di contatto planare. Quest’ultima è realizzata molto bene, sono leggermente visibili dei segni di lavorazione al tornio e diversamente dalle altre soluzioni Reeven non è presente la lucidatura a specchio.

 

Reeven Vanxie15  Reeven Vanxie18  Reeven Vanxie32

 

Le heatpipes in totale sono due, da 6mm ciascuna. La ventola in dotazione è montata tramite due semplici clip metalliche, e date le dimensioni contenutissime, la procedura di installazione risulta leggermente scomoda, perché bisogna fare pressione in maniera decisa. Non è presente lo sleeving per il cavo della ventola ed il connettore è a 4 PIN, quindi PWM. Precisiamo che non sono presenti particolari motivi tesi all’ottimizzazione del profilo di ventilazione interna.

 

Reeven Vanxie16  Reeven Vanxie17  Reeven Vanxie22  Reeven Vanxie23  Reeven Vanxie24

 

Non è presente nessuna curvatura centrale convessa, che generalmente veniva adottata nei socket passati per migliorare l’impronta di contatto della CPU. Questo era un problema noto dei socket 775, X38/48 e non ultimo per importanza l’X58, che spesso ha portato ad una curvatura del socket stesso.

 

Configurazione dissipante e ventola utilizzata

 

La spaziatura tra le alette è più serrata rispetto agli altri modelli e questo fattore quindi potrebbe portare ad un’ottimizzazione nell’utilizzo di ventole più performanti, sotto il profilo della pressione statica. Ad ogni modo per come viene fornito è irrilevante, perché non è stato scelto di montare una ventola da 80mm potente, bensì semplicemente adatta alle necessità dimensionali contenute. La spaziatura leggermente serrata ha permesso di aumentare le prestazioni complessive, ma potrebbe far aumentare anche la rumorosità complessiva per via della necessità di utilizzare RPM maggiori della ventola. Il peso finale è praticamente irrisorio.

 

Reeven Vanxie19  Reeven Vanxie20  Reeven Vanxie21  Reeven Vanxie29  Reeven Vanxie30  Reeven Vanxie31

 

 E' interessante notare come sopra alla base di contatto con la CPU sia presente un dissipatore passivo più massiccio, atto a favorire uno scambio diretto del calore. Le due heatpipe tendono invece a distribuire il calore nella zona esterna del dissipatore, massimizzando l'efficienza della piccola superficie dissipante.

 

 

Reeven Vanxie18

 

E’ stata fornita in dotazione una ventola da 80mm proprietaria Reeven in colorazione gialla per le pale e nera per il telaio. Le caratteristiche tecniche sulla carta sembrano appropriate alla tipologia. La ventola è dotata di undici pale, dalla tipologia standard, ed inoltre a differenza delle Cold Wing non presenta la leggera curvatura del motore frontalmente, che era utile per favorire l’ingresso del’aria; la ventola non è dotata del comodo switch presente nella serie PWM Cold Wing, per la regolazione diretta degli RPM.

 

 Reeven Vanxie25  Reeven Vanxie28  Reeven Vanxie26  Reeven Vanxie27

 

 

Montaggio

 

Passiamo dunque all'installazione del nostro Reeven Vanxie sul nostro sistema di prova. Precisiamo che abbiamo provato inizialmente a montarlo su una scheda madre Asus Sabertooth Z77 con un infelice sorpresa e cioè quella che per la forma che ha il Vanxie non entra nella zona socket della ASUS se non con la rimozione dell'imponente struttura di plastica che sovrasta la scheda. Ovviamente tale operazione non invalida la garanzia. Per le persone meno esperte consigliamo quindi l'utilizzo di altre schede madri con sistemi di dissipazione delle fasi meno ingombranti.

 

Reeven Vanxie33

 

Noi abbiamo optato per l'installazione su un'altra scheda madre in particolar modo la Asrock Z77 Pro4-M per questioni di praticità. Come possiamo notare l'installazione è stata immediata grazie anche al sistema di avvitamento con quattro semplici viti dalla parte inferiore a quella superiore della scheda madre e non passando per il classico backplate con staffe e viti da avvitare sulla parte superiore della scheda madre. Il sistema è molto semplice grazie al peso molto contenuto. Come abbiamo notato nel bundle sono presenti anche quattro gommini che ci serviranno in questa operazione per non creare corti o danni alla scheda madre e quindi mantenere isolato il punto di contatto tra viti e la parte inferiore del PCB della scheda madre.

 

Una volta montato il Reeven Vanxie, possiamo notare come sia particolarmente compatto e questo non interferisce nell'installazione di moduli RAM ad alto o basso profilo, neanche nel primo slot della scheda madre. L'installazione del Vanxie rimane quindi entro l'area socket della scheda madre, ma come abbiamo precedentemente accennato, è bene assicurarsi prima di acquistarlo che la nostra scheda madre non abbiamo nella zona VRM dei dissipatori troppo voluminosi per non incorrere in modifiche che potrebbe portare il decadimento della garanzia o invalidare le doti dissipative di tali heatsink. Ovviamente anche nel caso della Asrock abbiamo riscontrato un piccolo problema relativo al contatto del Vanxie con dei condensatori a stato solido e dei choke. Ovviamente il Vanxie sfiorava soltanto i condensatori e quindi ciò non ha compromesso il contatto con la base della CPU o la stabilità del sistema.

 

Reeven Vanxie34  Reeven Vanxie38  Reeven Vanxie35  Reeven Vanxie36  Reeven Vanxie37

 


 

Sistema e metodologia di test

 

Abbiamo testato il dissipatore si casa Reeven sulla nuova piattaforma INTEL Z77, con socket LGA 1155 Ivy Bridge. Il tutto è stato montato su di un banchetto aperto della Dimastech, con temperatura ambiente di circa 24°C. Abbiamo scelto di utilizzare come CPU il nuovissimo Core i7 3570K da 77W di TDP. Di seguito elenchiamo la configurazione completa dei test.

 

sistema di prova

 

 

Abbiamo misurato le temperature in idle e in full load con il software CoreTemp. Le temperature in full load sono state misurate dopo 25 minuti di stress con Prime95 “InPlaceLargeFFTs” (massimo stress e consumo), benchmark noto per la sua capacità di stressare pesantemente la CPU, ben più di qualsiasi videogioco. La pasta termica usata è l’Arctic Cooling MX-4.

 

Essendo il Vanxie un dissipatore ideato per sistemi HTPC e quindi con TDP relativamente basso, non ci siamo spinti troppo in la con un OC pesante ma ci siamo limitati a sole due configurazioni di test e precisamente quella a Default con Turbo Boost attivato ed una senza con frequenza pari a 4 Ghz.

 

parametri

 


 

Risultati del test e Rumorosità

 

test1

 

test2

 

Questo dissipatore riesce a ottenere buone prestazioni con CPU dal TDP non troppo elevato o in OC molto moderato. Complessivamente, vista la piccola superficie dissipante, è davvero ottimo . Sebbene sia piccolo e leggero, presenta tutta una serie di caratteristiche tecniche, costruttive e progettuali di assoluto rilievo, che gli permettono un ottimo comportamento anche su CPU dal TDP piuttosto elevato. In caso di leggero overclock consigliamo di tenere la ventola al massimo regime di rotazione. Possiamo ritenerci soddisfatti? Data la tipologia, le dimensioni, la grandissima compatibilità e l’estrema facilità nel montaggio, assolutamente sì!

 

Rumorosità 

 

Il dissipatore è praticamente inudibile ad 800 RPM in un cabinet aperto/banchetto, ed al massimo degli RPM rientra nella categoria dei modelli leggermente rumorosi, ma siamo su ottimi livelli comunque. Siamo contenti della scelta di Reeven di questa ventola adottata per il Vanxie per renderlo un abbinamento da prendere in considerazione per un futuro HTPC.

 

Modifiche e test accessori

 

Sarebbe possibile cambiare la ventola in dotazione ma ne sconsigliamo la sostituzione perché è un ottimo modello. Se avete spazio a disposizione potreste installare una ventola con spessore di 25mm al fine di migliorare leggermente le prestazioni o ridurne la rumorosità. Sarebbe inoltre possibile lappare la base di contatto del dissipatore e scoperchiare l'IHS della CPU con relativo cambio pasta termica (noto problema dei processori Ivy Bridge che hanno al loro interno una pasta decisamente scadente e non saldati direttamente all'IHS), ed in questo caso riteniamo che sia assolutamente da evitare. Tenete presente inoltre che perderete la garanzia e dato che è comunque una procedura rischiosa se non si è esperti, potrebbe compromettere le stesse heatpipes.

 

 


 

Conclusioni

 

argento  best buy

Prestazioni  4 stelle  Molto buone, considerando le dimensioni contenute  
Prezzo 4,5 stelle Circa 20€, un best buy senza dubbio
Design 5 stelle - copia Design davvero eccellente e moderno
Bundle 3,5 stelle Eccetto la pasta termica, è quasi perfetto
Ventola 5 stelle - copia Ci ha convinto, adatta al modello e molto bella
Montaggio 4 stelle - copia 2 Facile, stabile e curato, seppure potenzialmente problematico in alcune schede madri
Complessivo 4,5 stelle

 

Siamo giunti al termine di questa recensione che ha visto come protagonista il piccolo Vanxie di Reeven che di piccolo ha solo le dimensioni. Siamo in primis rimasti sorpresi della cura con cui questo giovane brand si dedica ai propri prodotti come i dissipatori, con estrema cura per i dettagli e per i materiali in relazione al prezzo finale di vendita e inoltre le doti prestazionali che non hanno nulla da invidiare spesso a marchi più conosciuti o con una "storia commerciale" più lunga. Il Vanxie rimane senza dubbio una valida opzione per chi volesse assemblare un sistema compatto e silenzioso come lo è un HTPC. La dissipazione mantiene elevati standard e permette di spingere il processore anche a piccoli OC che saranno mantenuti dignitosamente dal piccolo Vanxie. Altra nota è appunto la ventola impiegata che diventa davvero inudibile a regime di 800 RPM per poi mantersi costante sino ai 2000 RPM. Al massimo dei giri dà il meglio di sè in fatto di dissipazione ma pecca ovviamente sul lato rumorosità. Rimaniamo quindi soddisfatti della realizzazione complessiva del Vanxie e non possiamo che invitare Reeven a proseguire su questa strada. Il Reeven Vanxie è disponibile ad un prezzo di circa 20 €. Rimane quindi difficile portarsi a casa qualcosa di migliore a questo prezzo.

 

Pro

  • compatezza
  • materiali
  • ottima ventola in dotazione
  • sistema di installazzione

 

Contro

  • pasta termica in bustina
  • compatibilità con schede madri

 

Si Ringrazie Reeven per il sample fornitoci in test

Mele Tommaso