Tags: videoreviewrecensionevideorecensionevideogamesgameGameplaybethesdastealthDishonoredActionadventure

dishonored intestazioneOggi analizzeremo un gioco che sta riscuotendo un notevolissimo successo da parte della stampa del settore, dell’utenza media e non ultimo del mercato. Stiamo parlando del nuovo titolo di Bethesda, e dei suoi “Arkane Studios” (tra i cui titoli spiccano “Dark Messiah of Might and Magic” ed “Arx Fatalis”), ovvero “Dishonored”. Concettualmente non è altro che un action stealth, ma come vedremo ci sono elementi tali da permettergli il lusso di non avere una classificazione precisa. Dopo averlo provato possiamo dirvi che rappresenta una vera perla di bellezza, tanto nera e macabra quanto struggente e meravigliosa. Facciamo presente, per dovere di cronaca, che alcuni membri dello staff hanno partecipato allo sviluppo del famosissimo “Thief”, un gioco che molti di voi ricorderanno in quanto è stato un vero capolavoro del settore (capostipite di una fortunata serie) quindi fin da subito è evidente quale possa essere l’orientamento e le modalità di azione del gioco.

00015 DISHONORED_WWW.XTREMEHARDWARE.COM

Utilizzare il termine gioco è forse addirittura riduttivo, in quanto questa nuova creazione riesce ad essere a tutti gli effetti un’esperienza profonda, viva e marcata, che grazie alla meticolosa ricostruzione delle ambientazioni ed alla fantastica caratterizzazione dei personaggi, porta l’utente a percepire profondamente le atmosfere più caratterizzanti delle macabre locazioni, specialmente nella seconda metà dello svolgimento. Durante il corso di questa recensione vi mostreremo alcuni screenshot, e qualche video sia del gameplay che della narrazione. Partiamo subito con uno dei primi livelli nelle fogne:

Vi mostriamo il link al sito principale di presentazione: http://www.dishonored.com/#/home


Storia e locazioni

La storia comincia con un efferato omicidio e con il successivo arresto della guardia del corpo personale dell'Imperatrice, oggetto dello stesso reato. Il protagonista è quindi il Lord protettore “Corvo Attano” e nel corso della sua storia dovrà cercare di recuperare la figlia dell’imperatrice, ed erede al trono, “Emily”, proteggendola da intrighi di corte, ulteriori regicidi e complotti anti-imperiali. Senza renderla eccessivamente manifesta, ciò che ci ha più colpito sono i colpi di scena, la profonda analisi comportamentale dei personaggi principali, la loro studiata fisionomia, ma soprattutto il perfetto inserimento in un contesto dalle tinte vagamente Steampunk, con un feeling decisamente Orwelliano.

 

La storia si svolge a Dunwall, capitale dell’impero di Gristol, ovvero una città martoriata da morte e disperazione per via del diffondersi della peste bubbonica; durante lo svolgimento si farà presente che le origini della malattia forse sono da attribuire ad atti di terrorismo biologico da parte dei nemici dell’impero. In ogni dove, specialmente nei sobborghi, è pieno di cadaveri, ratti, malati in fase terminale e persone nella più tetra disperazione. Coloro i quali non appartengono all’elite sociale di Dunwall sono relegati nei bassifondi e nei sobborghi, dove l’assenza di un controllo da parte delle autorità sanitarie e di polizia ha portato ad un totale sfacelo del tessuto sociale.

00002 DISHONORED_WWW.XTREMEHARDWARE.COM

Dinanzi al decadimento della civiltà, la natura umana risponde con la speranza, che in certi casi tende a racchiudersi nel vortice senza fine della follia, come appunto è quella dei “Piangenti” e degli idolatri delle divinità pagane. I primi non sono altro che poveri appestati, nello stadio terminale mentre i secondi sono tutti coloro che trovano conforto e protezione nell’aldilà, grazie alla presenza di antichi culti e rituali che mai hanno cessato di esistere. Dunwall sopravvive grazie alla caccia delle balene ed all’estrazione del loro olio, ovvero un composto energetico fondamentale per il sostentamento della civiltà, e quindi è basata anche sul commercio marittimo e su di una potente marina. Osservando le mappe si rende molto chiara la similitudine con la vecchia Londra ottocentesca, per tutta una serie di ragioni tra cui spiccano ad esempio la torre dell’orologio, gli abbigliamenti, i titoli nobiliari, la fisionomia dei volti e la rigida formazione mentale propria d’oltremanica. In questo scenario però è radicata la presenza di esseri la cui natura è incerta ed immateriale, soprattutto di una figura predominante: l’Esterno.

00040 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM 00041 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM00042 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM 00043 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM

Quest’ultimo, la cui natura non verrà spiegata, è un attento osservatore delle cose del mondo, è venerato da una parte della popolazione ed è oggetto di specifici rituali che si basano sull’utilizzo di amuleti d’osso, che il protagonista userà per migliorare alcune delle sue caratteristiche fisiche e psicologiche, oltre alle rune, che invece serviranno come moneta di scambio per potenziamenti delle abilità principali. Sebbene questa figura sia idolatrata, è al contempo l’esempio lampante di eresia, e quindi ogni lontana forma di culto viene brutalmente repressa dal consiglio sacerdotale dell’impero, in cui spicca la figura dell’Alto Sacerdote di corte. L’esterno attende l’arrivo di un prescelto che possa porre fine alla devastazione dei tempi, che possa far risorgere la vita dal tripudio di brutalità e vessazione in cui è tristemente sprofondata.

00013 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM 00014 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM

Alcune delle ambientazioni, per quanto originali e ricercate, richiamano alla mente City 17 e l’universo annesso di Half Life 2, soprattutto per quanto riguarda l’organizzazione repressiva delle forze di polizia della città di Dunwall, come potete chiaramente osservare dalle immagini:

00019 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM 00039 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM

Molti di voi noteranno la somiglianza con le barricate iniziali di HL2, oltre agli “Strider”, agli autoveicoli della polizia ma anche ai posti di blocco della stessa. Il richiamo è forte, ma non pensate che ciò possa costituire un elemento negativo perché per certi versi, Dishonored possiede elementi degni di un potenziale HL3. Ad ogni modo la caratterizzazione dei luoghi è profonda e studiata, minuziosamente.

00038 DISHONORED_WWW.XTREMEHARDWARE.COM


 

Gameplay, elementi narrativi e bug

Con un’impalcatura narrativa di tale portata, il comparto tecnico non poteva che essere di assoluto rilievo, ed infatti così è stato. Il gamplay è profondo, e sebbene possa sembrare limitato dalla sua componente stealth, non lo è affatto, per via di un’attenta ricostruzione delle meccaniche di gioco che permette un fitto grado di coinvolgimento con gli ambienti, una loro meticolosa esplorazione ma soprattutto una diversità importante che ne permetterà anche un ottimo grado di longevità. Come sarà possibile osservare, il giocatore ha a disposizione una barra della salute ed una di mana, che sarà utilizzata per tutta una serie di abilità secondarie, che saranno appunto l’architrave del coinvolgimento e dell’immersione negli ambienti. Vi mostriamo un video della casa produttrice, in cui sono spiegate diverse meccaniche fondamentali:

 

00016 DISHONORED_WWW.XTREMEHARDWARE.COM

Un altro elemento distintivo, oltre alle abilità, è l’inventario, il numero di armi e potenziamenti a disposizione ed anche il numero delle informazioni reperibile negli ambienti, che verranno annotati automaticamente nel proprio diario delle quest, molto simile a quello utilizzato in Skyrim. E’ possibile scalare i palazzi ed utilizzare una sorta di teletrasporto a breve distanza per raggiungere anfratti nascosti e celarsi da sguardi indiscreti, anche se non ai livelli di Assassin’s Creed. Sarà molto importante, nel prosieguo dell’avventura, l‘ammontare del “Caos" ovvero di un elemento il cui conteggio avverrà solamente al termine di ogni missione. In base al profilo di gioco sarà possibile modificare in parte il corso degli eventi, rendendo più o meno manifesta l’avversione o l’apprezzamento nei propri confronti da parte dei protagonisti dell’avventura. Sappiate che è possibile terminare la storia senza aver ucciso nessuno, come invece sarà possibile sterminare tutto e tutti. In questi due casi, la stessa Dunwall ne risentirà, portando all’aumento delle guardie, dei piangenti, degli assassini e delle infestazioni di ratti.

00028 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM 00036 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM

Il giocatore, sebbene sia presente una singola missione per volta in uno spazio relativamente ristretto, ha molte possibilità sia nell’esplorazione che nella gestione delle avversità. Vi mostriamo alcuni video dimostrativi per farvi comprendere la bontà di questo sistema. Fate attenzione alla fluidità dei movimenti, della visione e dei combattimenti, oltre alla bellezza delle animazioni ed al loro grado di pulizia tecnica. Queste ultime infatti sono davvero ben realizzate perché non c’è una minuscola pecca nella realizzazione delle stesse.

00003 DISHONORED_WWW.XTREMEHARDWARE.COM

Vi mostriamo comunque alcune immagini delle impostazioni del menù, per darvi un’idea sulle potenzialità. Facciamo presente, inoltre, che tutti gli screenshot ed i video sono stati girati al massimo delle impostazioni possibili.

00004 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM 00005 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM00006 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM 00007 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM00008 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM 00009 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM00010 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM 00011 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM

A livello di intelligenza artificiale è stato fatto un ottimo lavoro perché l’IA è reattiva, anche se forse leggermente troppo permissiva sulla distanza. Ad esempio ci ha colpito quando è stato attivato un campo di luce, ovvero una struttura che disintegra ogni cosa che lo oltrepassa. Dopo l’attivazione, e l’uccisione di un milite, tutti gli altri non si sono azzardati a passare, tenendosi a distanza e lanciando pietre in direzione del giocatore, e del campo stesso. Inoltre, data l’impossibilità di penetrare direttamente il campo elettrostatico, alcuni nemici hanno cercato di sparare dai lati, rendendolo inefficace! Non abbiamo riscontrato blocchi, glitch o texture flickering, al contrario il gioco risulta essere quasi bug-free. Sono notevoli anche alcuni intermezzi non giocabili, tra cui il seguente:

00027 DISHONORED_WWW.XTREMEHARDWARE.COM

Come longevità il titolo si attesta a circa 10-20 ore di gioco, in base alla vostra velocità di esecuzione, ma data la presenza di numerose quest secondarie, data la rigiocabilità con le diverse modalità di esecuzione, e dati i due finali separati, si arriva facilmente anche a 50-60. Saranno rilasciati in futuro DLC in quanto nel menù principale c’è già un icona dedicata. Come modding non è ben chiaro quanto sarà configurabile, ma date le premesse c’è poco su cui lavorare. Non ci sono stati bug di rilievo, se non un crash nell’ultimo livello, ma nulla di sostanziale.

00029 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM 00031 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM00032 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM 00035 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM


 

Comparto sonoro, grafica e design

00012 DISHONORED_WWW.XTREMEHARDWARE.COM

Graficamente il titolo si basa sull’“Unreal Engine” ovvero uno dei motori più poliedrici attualmente esistenti, ma anche uno dei più leggeri. Nella parte iniziale del gioco, sebbene sia possibile avere scorci molto ben realizzati, si rendono manifeste alcune limitazioni, o se vogliamo scelte stilistiche e di renderizzazione, tra cui texture non molto complesse ed un approccio molto spesso simile al cell shading, che ultimamente va molto di moda (Si veda con la serie “Borderlands”). Comunque sia, pian piano ci si rende conto di quanto questa scelta possa esser stata azzeccata, anche se è bene far notare che la nostra piattaforma di test prevede un processore Intel i7 3930K ed una AMD HD7970 GHz Edition, in associazione ad un HD meccanico WD Velociraptor 600GB: motore e gameplay fluidissimo, nessun calo di framerate se non in qualche caricamento sporadico delle textures, illuminazione profonda e coinvolgente, ambientazione, luci ed effetti speciali di assoluto livello, come il design di alcune scene. A tal fine vi mostriamo la sequenza del benchmark, avente impostazioni massime. Con questo sistema, 130 FPS fissi !!

Vi facciamo notare i drappeggi di alcuni elementi decorativi:

00001 DISHONORED_WWW.XTREMEHARDWARE.COM

Bisogna concedere quindi una menzione d’onore anche al design, ed ai concept art a monte, che denotano anche una grande cura per i dettagli, ma anche una grande creatività. C’è una missione in cui sarà necessario andare in una festa in maschera, ed in questa c’è la massima esaltazione di quanto precedentemente affermato:

 

00022 DISHONORED_WWW.XTREMEHARDWARE.COM00020 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM 00021 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM00023 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM 00026 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM

Questo gioco è fantastico anche sotto il punto di vista sonoro in quanto lo stesso tema principale è uno dei più belli realizzati fin d’ora per un videogame. Vi mostriamo il video introduttivo al menù principale e vi consigliamo caldamente di fare le seguenti cose: rilassatevi, alzate il volume e chiudete gli occhi. Sognate un mondo sull’orlo dell’oblio, sullo sfruttamento delle risorse naturali derivante dalla caccia alle balene, sulla decadenza dell’uomo e del conflitto interno derivante dall’assenza del suo criterio di morale. Sognate di dover perdere tutto e ricominciare a vivere, con un sol scopo nella vita: dare la caccia a chi questa vita ve l’ha rubata.

Colui il quale è stato disonorato siete voi, e dalla vostra caduta comincerà la vostra rinascita. Poco tempo fa, colui il quale sta scrivendo, è andato al cinema a vedere quell’ennesimo capolavoro della serie Batman; è lampante il ricordo di una bellissima frase di Alfred, il maggiordomo e consigliere di Bruce Wayne (interpretato da quel fantastico Christian Bale): “perché cadiamo signore? Per imparare a rimetterci in piedi.”

00017 DISHONORED_WWW.XTREMEHARDWARE.COM

Similmente a Dishonored, Batman e derivati, è una delle lezioni di vita che dovremmo tenere sempre a mente, e se vogliamo una delle pochissime cose che avremo sempre nel corso della nostra esistenza. Si cadrà, ma solo con la nostra forza di volontà sarà possibile ergersi dinanzi al fato ed alla devastazione, interiore ed esteriore, ricominciare a lottare e respirare pur di ottenere la sopravvivenza, ed il riscatto. Nel corso della storia, vendetta, intrighi e lotte di potere la faranno da padrona, ma ci saranno anche colpi di scena degni di tal nome, e permetteteci il lusso di dire che la loro realizzazione è esemplare, inaspettata ma anche necessaria, dato l’attuale piattume narrativo che permea una buona parte delle produzioni videoludiche attualmente presenti. La grafica è quindi immersiva ed il sonoro coinvolgente, e non sarà qualche texture a bassa risoluzione a rendere questo titolo meno appagante di un Crysis 2 qualunque, tanto per dirne uno (Sono dell’idea che il primo Crysis fosse notevole anche sotto questo punto di vista, il secondo però è strato eccessivamente straight-forward).

00018 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM 00030 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM

Promosso a pieni voti.

Easter Eggs

00024 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM

In una nota c’è scritto:

Se vuoi essere felice per un'ora, ubriacati.

Se vuoi essere felice per tre giorni, sposati.

Se vuoi essere felice per un mese, uccidi il tuo maiale e mangialo.

Se vuoi essere felice per sempre, impara a pescare. (Proverbio cinese)

Se vuoi vivere più a lungo, non mangiare cinese!

00025 DISHONORED WWW.XTREMEHARDWARE.COM

Della serie: “Si consiglia visita dall’urologo”


 

Epilogo e considerazioni finali

 

oro

 

Siamo dinanzi ad un titolo che probabilmente sarà il primo episodio di una serie. Ci sono grandi potenzialità, c’è talento e soprattutto originalità. La diversità nelle ambientazioni, nella storia, nella tipologia dei personaggi e nella varietà del gameplay, unita alla predominanza assoluta del single player rispetto al multiplayer, che purtroppo è assente, fanno di Dishonored una bellissima ed oscura perla nera, da acquistare senza ombra di dubbio. Sono questi i titoli che, similmente a film o creazioni artistiche, ci permettono di immergerci in mondi alieni dal nostro, spaziare con la mente in creazioni artistiche uniche ma con elementi realistici, per una profonda e totale immedesimazione. Ben vengano titoli del genere, ben venga Dishonored!

00028 DISHONORED_WWW.XTREMEHARDWARE.COM

 

 

Storia 5 stelle - copia
Gameplay 4,5 stelle - copia
Grafica  4 stelle - copia 2
Sonoro  5 stelle - copia
Modding 1 stella
Performance 4,5 stelle - copia
Coinvolgimento 5 stelle - copia
Ore di gioco 4,5 stelle - copia 2
Totale 4,5 stelle

 

 

Si ringrazia Bethesda per il gioco fornitoci in esame

Matteo Trinca