Tags: prestazioniperformanceoverclockamdpreviewapuLlanoanteprimaa8-3870ka83870

thumb_coming_soon_rosso_dimensioni_originali

In concomitanza con la presentazione sul mercato, XtremeHardware vi propone un’anteprima di quelle che sono le performance e caratteristiche della nuova APU Llano A8-3870K, performance che verranno analizzate in maniera più approfondita nella recensione che la redazione sta preparando per voi. Si tratta di un'evoluzione del modello A8-3850 ma con frequenza operativa superiore e moltiplicatore sbloccato.

 

 

 

Nei giorni scorsi AMD ha presentato una nuova serie di APU dedicate sia al mercato notebook e sia al mercato desktop; potete vedere nelle tabelle sottostanti i vari modelli che hanno visto il debutto:

 

amd_3870k_4

amd_3870k_6

Nel mercato desktop, dove porremo la nostra attenzione, sono state presentate alcune interessanti novità. Abbiamo l'introduzione di ben 4 nuove APU con architettura quad core, di cui due con moltiplicatore sbloccato, ed un nuovo modello dotato di architettura dual core. Il modello che sarà oggetto di analisi è il nuovo top gamma facente parte della serie APU di AMD, si tratta del modello A8-3870K.

 


AMD 3870K: Caratteristiche

Le caratteristiche tecniche di questa nuova APU si differenziano esclusivamente per le frequenze operative più elevate e la presenza del moltiplicatore sbloccato rispetto alla APU A8-3850:

 

cpuz1_3870

Nella prima finestra possiamo ricavare informazioni riguardati l’architettura della CPU oltre che la frequenza e il numero di Core/Thread. Questo processore facente parte della famiglia APU è basato su architettura Llano prodotta con tecnologia a 32nm. Come per tutte le altre soluzioni Llano anche questa APU è installabile su Socket FM1 dotato di 905 pin.

Notiamo che il processore è dotato di quattro core operanti alla frequenza di 3.0 GHz (30 x 100 MHz BUS). Il voltaggio di default è impostato su 1.392V e l’impronta termica massima è pari a 117W. Una cosa che notiamo che CPU-Z non identifica la sigla com K, ma come semplice A8-3870. E' un errore del software che necessita di un piccolo aggiornamento

 

cpuz2_3870

 

Il nuovo AMD A8-3870K è privo di cache L3, come le altre soluzioni Llano, ma è dotato di 64Kb di cache L1 di tipo Dati per ogni core ed altrettanti Kbytes per quanto riguarda la cache di primo livello tipo Istruzioni. La cache di secondo livello ammonta ad un totale di 4MB, 1024 Kbytes per ogni core.

La soluzione scelta dalla casa di Sunnyvale è una AMD Radeon HD 6550D. Tale IGP è costruita attraverso processo produttivo a 32nm ed è dotata di 1450 milioni di transistor situati in appena 228mmq, la dimensione del Die. La scheda supporta le DirectX 11 ed è dotata di memoria condivisa DDR3; tale memoria può operare alla frequenza di 1866MHz in quanto tale APU supporta memorie operanti a tale frequenza.

L'AMD HD 6550D presente nell’AMD A8-3870K è dotata di 400 Radeon Cores, di 20 Texture Units ed opera ad una frequenza pari a 600MHz.

 


AMD 3870K: Test

In questa pagina vi mostriamo in anteprima alcuni test che abbiamo effettuato sulla APU AMD Llano A8-3870K:

WinRar 4.01

winrar_4.01

Come si può vedere, la nuova APU di AMD si posiziona immediatamente sopra alla APU A8-3850. Un risultato che non ci sorprende in quanto questa nuova cpu differisce esclusivamente dalle frequenze operative.

7Zip 9.20

7zip

Situazione molto simile a quanto già visto con WinRar, la nuova APU di AMD fa segnare un nuovo incremento prestazionale rispetto alla precedente APU A8.

 

Cinebench R 11.5

cinebench_11

In Cinebench anche in questo caso ottiene un punteggio superiore rispetto alla APU A8-3850. Anche in questo caso il risultato non deve sorprendere, dato che è stato raggiunto con una frequenza operativa di poco superiore.

Il vero punto di forza di questa APU è il moltiplilcatore sbloccato sia per quanto riguarda la parte CPU sia per quanto riguarda la parte Grafica integrata. Nei prossimi giorni avremo modo di analizzare in maniera più completa ed approfondito quanto già visto in questa anteprima.

 

 

Ringraziamo AMD per il sample fornitoci.



Angelo Ciardiello

XtremeHardware Staff