Notice: Undefined offset: 53 in /var/www/vhosts/xtremehardware/new.xtremehardware/libraries/src/Access/Access.php on line 608

Notice: Trying to get property 'rules' of non-object in /var/www/vhosts/xtremehardware/new.xtremehardware/libraries/src/Access/Access.php on line 608

Notice: Undefined offset: 53 in /var/www/vhosts/xtremehardware/new.xtremehardware/libraries/src/Access/Access.php on line 613

Notice: Trying to get property 'rules' of non-object in /var/www/vhosts/xtremehardware/new.xtremehardware/libraries/src/Access/Access.php on line 613

Tags: reviewrecensionebluetoothandroidiosparrotMini DroneParrot SwingFlypadQuadricottero

Parrot Swing 10

L’ultima volta con Parrot ci eravamo lasciati con la recensione di uno dei suoi Mini Droni, in particolar modo con il Jumping Race Tuk Tuk (QUI la recensione). Mini Drone da strada con camera integrata e possibilità di spiccare balzi, da fermo, fino a 75 cm. Oggi invece avremo modo di provare uno dei suoi Flying Mini Drones. Stiamo parlando del modello Parrot Swing. Un medio e leggero Mini Drone (Quadricottero) con cui potremo compiere acrobazie in volo e soprattutto comandarlo a distanza con un vero e proprio controller (Flypad) incluso nel bundle di acquisto oltre all'utilizzo del classico smartphone o tablet.

Parrot Logo

Parrot, tra i leader mondiali nel settore delle periferiche senza fili per la telefonia mobile, è un'azienda innovativa e all'avanguardia fondata da Henri Seydoux nel 1994. Grazie al know-how riconosciuto a livello internazionale nell’ambito della connettività mobile e multimediale per gli smartphone, Parrot si posiziona come uno dei futuri player di riferimento nell’infotainment in auto. Inoltre, Parrot progetta e commercializza “Parrot DESIGNED by”, una prestigiosa linea di prodotti di alta gamma multimediali wireless orientati ad applicazioni audiovisive e che sono il segno distintivo di artisti di grande fama; e AR.Drone, il primo quadricottero pilotato via wi-fi che utilizza la realtà aumentata.

Parrot, la cui sede è a Parigi, conta oggi oltre 650 collaboratori in tutto il mondo, e realizza la maggior parte delle proprie vendite all'estero. Parrot è quotata su NYSE Euronext Paris dal 2006.


Procediamo dunque ad elencare brevemente le caratteristiche del Mini Drone Parrot Swing comprendenti anche quelle del controller Parrot Flypad (venduto anche come accessorio):

specifiche

Vi riportiamo ancora una volta questa immagine dove potete prendere visione di tutti i Mini Droni di Parrot.

Parrot Mini droni


La confezione del Parrot Swing è di generose dimensioni e realizzata al solito in cartone. Questa presenta una grafica molto ben curata. Sono presenti diverse immagini illustrative e le immancabili specifiche tecniche di entrambi i prodotti contenuti.

Parrot-Swing-1  Parrot-Swing-2  Parrot-Swing-3

La confezione, involucro principale, è caratterizzata anche da quattro sigilli che preserveranno i prodotti al suo interno.

Parrot-Swing-4

Aperta la confezione troveremo dunque al suo interno il Mini Drone e il controller Flypad in ulteriori confezioni di cartone.

Parrot-Swing-5

Ecco i due prodotti estratti dalla confezione.

Parrot-Swing-6

Il bundle del solo Parrot Swing si caratterizza per la presenza di:

  • Mini Drone Parrot Swing
  • 1x Batteria da 550 mAh LiPo
  • Set di 4x Mini eliche di ricambio
  • Manualistica

Parrot-Swing-8

Il bundle del Flypad invece si caratterizza per la presenza di:

  • Controller Flypad con batteria integrata da 200 mAh LiPo
  • Supporto in Plastica per Smartphone
  • Cavo USB-Micro-USB per la ricarica eventuale anche dello stesso Parrot Swing

Parrot-Swing-19

Il bundle di entrambi i prodotti risulta nel complesso buono.


Passiamo come solito ad analizzare il Mini Drone Swing di Parrot. Le dimensioni del Parrot Swing sono di 320 x 12,5 x 12,5 mm con un peso di circa 75 gr. Il Parrot Swing a differenza di molti altri Mini Droni Quadricotteri è dotato di una Dual Flight Mode che consiste nella possibilità di utilizzare lo Swing in modalità Quadricottero quindi con le eliche verso l’alto o in modalità Aereo quindi con le eliche orientate sull’asse orizzontale. Questa particolare caratteristica unita ai numerosi sensori (accelerometro a 3 assi, giroscopio a 3 assi, sensore a ultrasuoni, sensore di pressione e sensore telecamera verticale) oltre alla speciale modalità Pilota Automatico (in modalità Quadricottero) permetterà di avere non solo pieno controllo dello Swing ma anche di eseguire fantastiche acrobazie in volo.

Il design del Parrot Swing inoltre colpisce sin dal primo sguardo per e grazie alla struttura a X, unica nel suo genere tra i Mini Droni, e alla colorazione Nera (Supporti alari in polistirolo/parte centrale/eliche inferiori) con inserti e dettagli Bianchi (bracci superiori di sostegno/parte centrale/eliche superiori). Qualcuno inoltre potrà facilmente raffrontare il design del Parrot Swing a quello dei caccia da combattimento X-Wing di Guerre Stellari.

Insomma il Parrot Swing è stato studiato con buona attenzione in molti dei suoi aspetti (ma non in quelli principali come vedremo a seguire).

Parrot-Swing-9  Parrot-Swing-10  Parrot-Swing-11

Diamo ora uno sguardo più da vicino ad alcuni dei suoi aspetti strutturali e non. Partiamo dai supporti laterali in plastica e carbonio (maggiore robustezza – minor peso) che terranno stabile e a prova di urti la struttura (polistirolo) oltre a migliorare aerodinamicità durante il volo. Notare anche i supporti in corrispondenza delle eliche contenenti i motorini.

Parrot-Swing-12

Dall’immagine a seguire possiamo osservare meglio sia le estensioni supporti in polistirolo sia i supporti inferiori in plastica, in questo caso di colore nero.

Parrot-Swing-14

Passiamo al cuore del Parrot Swing. Questo è caratterizzato da un involucro in plastica bicolore con la scritta Parrot nel lato superiore e il tasto di accensione nel lato inferiore.

Parrot-Swing-16

Frontalmente possiamo osservare i due LED di stato del Mini Drone e il relativo design molto appariscente.

Parrot-Swing-15

Dettaglio Parrot Swing in funzione con i due LED di colore verde.

Parrot-Swing-29

Il lato posteriore invece si caratterizza per la presenza del vano, con relativo fermo in plastica, per la batteria di piccole dimensioni, l’ingresso Micro-USB per la ricarica della batteria stessa e infine una piccola fotocamera VGA 0.3 megapixel (640 x 480 pixel) per poter scattare qualche foto quando in modalità Quadricottero e salvarle nella memoria flash On-Board da 1Gb.

Parrot-Swing-17

Completata l’analisi dello Swing passiamo a quella del controller Flypad.


Come notato nella confezione del Parrot Swing non solo troveremo il Mini Drone ma anche il seguente controller Flypad. Il Flypad risulta essere un interessante controller per pilotare molto più agevolmente e efficacemente non solo lo Swing ma anche altri Mini Droni compatibili quali Mambo, Airborne Cargo, Airborne Night, e l’ibrido Hydrofoil. Insomma un controller polivalente per avere un controllo di ‘’guida’’ decisamente migliore.

Il Parrot Flypad non solo offre un maggior controllo grazie alle due levette ma è dotato di ulteriori tasti, come un vero e proprio Gamepad per Console o PC, che potranno essere personalizzati tramite l’App per accedere più velocemente alle acrobazie o determinate funzioni del Mini Drone utilizzato. Per finire avremo anche una portata/raggio di azione superiore. Parliamo di circa 60 m, rispetto ad un classico smartphone o tablet (20 m).

Parrot-Swing-22  Parrot-Swing-23

Dettaglio levette e tasti posteriori.

Parrot-Swing-24

Dettaglio tasto Take Off il quale ci permetterà di avviare con una rotazione minima le eliche dello Swing per poterlo poi lanciare in aria e avviarlo alla massima velocità o farlo atterrare delicatamente al suolo.

Parrot-Swing-28

Dettaglio tasto di accensione/pairing Parrot posto in alto.

Parrot-Swing-25

Dettaglio lato inferiore con ingresso Micro-USB per la ricarica del Flypad.

Parrot-Swing-26

Nella confezione del Parrot Flypad trovremo anche il supporto in plastica per poter alloggiare saldamente il nostro smartphone. Un supporto in plastica con base gommata e regolazione a molla. Potremo impiegare smartphone con dimensioni massime di 160 x 78 x 9,8 mm.

Parrot-Swing-20  Parrot-Swing-21

Dettaglio Flypad ‘’finito’’.

Parrot-Swing-27

A questo punto non ci resta che scaricare e passare ad analizzare velocemente il software di controllo prima di passare alle prove sul campo/impressioni.


L’applicazione che dovremo scaricare si chiama ‘’ FreeFlight Mini’’ ufficiale di Parrot e la potrete scaricare sia per sistemi Android sia per sistemi iOS. Diciamo compatibilità massima per i più diffusi smartphone in commercio.

Una volta scaricata ci basterà avviarla ma non prima di aver acceso il modulo Bluetooth e la Geolocalizzazione (importante ai fini del ''Pairing'') e esserci connessi al Mini Drone che ci verrà mostrato tra i dispositivi trovati. Il collegamento Bluetooth dovrà avvenire anche nel caso in cui vorreste utilizzare il Flypad al posto dello smartphone o tablet.

Parrot-Swing-Software-1  Parrot-Swing-Software-2

Nel nostro caso, ma sicuramente anche nel vostro, sarà richiesto di procedere prima del completo controllo del Mini Drone, di aggiornarlo. Operaizone che richiederà circa 10 minuti. 

Parrot-Swing-Software-3  Parrot-Swing-Software-4

Eseguiti questi semplici passaggi non ci resterà che prendere comando del nostro Swing. Potremo personalizzare alcune impostazioni quali la tipologia di ''Controller'', la velocità e molte altre. Non manca infine un tasto dedicato alla selezione delle diverse acrobazie disponibili.

Parrot-Swing-Software-5  Parrot-Swing-Software-6  Parrot-Swing-Software-8  Parrot-Swing-Software-9  Parrot-Swing-Software-10

Infine potremo tenere traccia di alcuni informazioni importanti quali stato batteria, FW, seriale e altre.

Parrot-Swing-Software-7


Siamo subito passati a seguire con le prove del Parrot Swing. Iniziamo subito con il dire che il divertimento e le risate sono assicurate soprattutto in compagnia di amici, uno degli aspetti principali di avere un Mini Drone. Purtroppo se il divertimento è assicurato non è altrettanto assicurata la durata dello stesso visto che la batteria da soli 550mAh ci garantirà un’autonomia di soli 7 minuti. Davvero pochissimi. Con il precedente Parrot Jumping Race Tuk Tuk avevamo 20 minuti seppur vi è da dire che qui la massima velocità è di soli 7 Km/h.

E’ facile notare dunque come al cambiare della forma e della tipologia di Mini Drone i fattori principali (Velocità e Autonomia) cambino repentinamente.

Anche in questo caso dobbiamo dire che chiunque sacrificherebbe un minimo di peso e dimensioni pur di avere una batteria di maggior capienza e dunque autonomia finale. Ciò perché altrimenti l’utente finale si vede costretto a doversi portare con sé più di una batteria (dovendole acquistare essendo un accessorio e non trovandone una seconda di base nel bundle) in caso volesse trascorrere una mezz’oretta all’aperto in compagnia.

Inoltre la ricarica di una singola batteria, ricordiamo da 550 mAh e unicamente a mezzo Mini Drone collegato alla presa di corrente con ulteriore caricabatteria USB a parte (per massimizzare la fase di ricarica), con autonomia di soli 7 minuti sarà di ben 30 minuti. Quindi in un eventuale rapporto costo/beneficio questo sarà ai nostri occhi davvero negativo, purtroppo.

Analizzando altresì gli altri aspetti del Parrot Swing quali le acrobazie e la velocità massima (30 Km/h Modalità Aereo) possiamo dire che in questo caso non saremo delusi. Infatti Parrot per lo Swing mette a disposizione un buon set di acrobazie come giro della morte, il mezzo, il loop, lo zig zag e altre che dobbiamo dire daranno un maggior senso ai quei soli 7 minuti di autonomia.

Insieme alla batteria e durata dobbiamo riportare nuovamente anche la camera integrata che con la risoluzione VGA di soli 640 x 480 px sarà sufficiente giusto per scattare qualche saltuaria foto.

Intervallando aspetti positivi a negativi torniamo con un altro aspetto positivo del Mini Drone Parrot Swing ovvero il controller Flypad incluso nella confezione e che naturalmente fa ‘’lievitare’’ il prezzo finale. Con il Parrot Flypad potrete scordarvi del tutto di dover utilizzare il vostro smartphone o tablet e prepararvi immediatamente al volo. Infatti il Pairing e la connessione tra il Mini Drone e il controller saranno immediati.

Il Flypad mette a disposizione un sistema di pilotaggio nettamente superiore a quello che potrete avere con il display touch. Le due levette principali faciliteranno in maniera ottimale la guida oltre ai numerosi tasti personalizzabili per acrobazie o controllo avanzato.

Tra i tasti presenti sul controller avrete quello centrale con la scritta ‘’Take Off’’ che vi permetterà di avviare al minimo dei giri lo Swing (eliche) per poterlo lanciare più facilmente in aria o farlo planare nel caso stesse per terminare l’autonomia della batteria (Take Off/Land Button).

Controller che permetterà di avere anche maggior raggio di azione (60 m) rispetto lo smartphone o tablet (20 m).

Controller dotato di un comodo supporto per smartphone nel caso non lo utilizzaste.

Infine il Parrot Swing a differenza del precedente modello (WiFi) testato o di altri si baserà sulla più classica tecnologia di collegamento Bluetooth che andrà ad agevolare anche la connessione con molteplici dispositivi compatibili.


Oro HD new

Prestazioni 4,5 stelle Velocità massima di 30 KMm/h (Modalità Aereo), valide acrobazie e una solida struttura. Anche in questo modello la capacità e l’autonomia della batteria sono i punti dolenti insieme alla risoluzione VGA della camera integrata ma qualche minuto di divertimento è sempre assicurato. Possibilità di utilizzarlo in modalità ‘’Quadricottero’’ o ‘’Aereo’’.
Qualità 4,5 stelle Ottima struttura in plastica e carbonio solida e robusta ma al tempo stesso leggera. Non dovremo preoccuparci di cadute accidentali o scontri contro oggetti o mura. 
Design 4,5 stelle Design aggressivo e molto particolare. 
Prezzo 4 stelle Prezzo di circa 140€. Considerando l’autonomia potrebbe risultare alto ma vi è sempre da considerare le tecnologie (sensori) impiegati e in questo caso in parte anche il Flypad incluso.
Complessivo 4,5 stelle  

 

Quest’oggi abbiamo avuto la possibilità di analizzare un nuovo modello di Mini Drone di Parrot. E’ stato il turno del Parrot Swing. Un interessante Mini Drone dal design unico e davvero particolare (struttura a X) rispetto ad altri Mini Droni anche della stessa categoria (Quadricotteri).

Il Parrot Swing si è rivelato, come solito di Parrot, essere pieno di soluzioni all’avanguardia per il controllo e gestione come la nutrita gamma di sensori a bordo. Anche la struttura complessiva è risultata valida e a prova di urti accidentali.

La possibilità di utilizzarlo in modalità Quadricottero o in modalità Aereo, dove potrà raggiungere quasi i 30 Km/h in condizioni di non eccessivo vento, renderà quei pochi 7 minuti di autonomia (uno dei due aspetti negativi insieme alla fotocamera VGA), grazie anche alle acrobazie possibili, diversamente interessante.

Parrot per lo Swing ha pensato bene di includere nel bundle anche il Flypad, un ottimo controller con doppia levetta e set generoso di tasti, con cui potremo dire addio allo smartphone o tablet per il controllo completo dello Swing.

Il prezzo del Mini Drone Parrot Swing si attesta a circa 140€, prezzo sempre alto in relazione ai Contro ma di parte bilanciato alle caratteristiche tecnologiche e funzionali. Disponibile a qualcosina in meno su Amazon al seguente link: http://amzn.to/2jBehpN.

Pro

  • Velocità massima 30 Km/h
  • Duplice Modalità di Volo
  • Acrobazie possibili
  • Connessione Bluetooth
  • Pilota Automatico in Modalità Quadricottero
  • Atterraggio e decollo verticale

Contro

  • Autonomia super ridotta (7 min)
  • Camera VGA (640 x 480 px) – Saltuari scatti

Si Ringrazia Parrot per il sample fornitoci.

Tommaso Mele

 

Commenta sul forum